• PON 2014-2020
  • Zoom in Regular Zoom out
  •       Seguici:

    Economia Circolare e Sviluppo Sostenibile

    Mattinata all’insegna dell’Economia Circolare e dello Sviluppo Sostenibile all’I.I.S. “Galilei-Vetrone” di Benevento insieme agli esperti Pio Canu, Giovanni De Lorenzo e Nunzio Castaldi ed un gruppo attento e curioso di giovani studenti .

    Riscaldamento globale, scarto dei rifiuti, guerra e povertà, immigrazione sono problemi sistemici: vanno affrontati in modo globale e non individuale, con un senso di consapevolezza e responsabilità collettive.

    Partendo da questa necessità, il giovane autore del testo “La cultura del rifiuto”, ha cercato di sensibilizzare gli studenti sulla necessità di una corretta gestione dei nostri materiali di scarto perché, attraverso un’attenta raccolta differenziata, siano avviati a riciclo.

    L’azione di sensibilizzazione deve partire dal nostro quotidiano, dall’osservazione di ciò che accade attorno a noi, magari semplicemente riflettendo sul fatto che il nostro maglione di pile era in origine una balla di bottiglie di plastica, e che magari in futuro potrà essere riciclato e diventare qualcosa altro.

    Gli studenti, curiosi, hanno rivolto ai relatori numerose domande a cui gli esperti hanno risposto con chiarezza, semplicità ed efficacia.

    Attraverso la raccolta differenziata e gli impianti per il trattamento, i rifiuti si trasformano in risorse come Materia Prima Secondaria da utilizzare in sostituzione della Materia Prima Vergine (risorse naturali estratte dal Pianeta) nei cicli produttivi. Dobbiamo utilizzare energia rinnovabile. Entro il 2025 dobbiamo riciclare il 65% dei rifiuti di imballaggi.

    Tutti questi appelli sono stati accolti dalla  Dirigente Scolastica, Prof.ssa Angela Maria Pelosi, che nel ringraziare i relatori per il loro impegno, ha sottolineato l’importanza del senso di responsabilità che ricade su ciascuno di noi, a partire dagli studenti che costruiscono il loro futuro in un luogo che lei ama definire “un presidio di civiltà”.

    La Dirigente ha concluso con un appello diretto ai giovani allievi presenti e ai loro docenti perché difendere, custodire e valorizzare il nostro territorio significa proteggere e custodire il nostro pianeta.

    Torna all'inizio dei contenuti